Life Style

7 regole per prevenire le malattie e riconquistare la vitalità

0

Vantaggi di una alimentazione Naturale

Quello che segue è un guest post di  Antonio Panarese Formatore, Naturopata Pediatrico, Scrittore, Fondatore della società di formazione Anp Training. Antonio in questo articolo ci parla dei vantaggi dell’adottare un’alimentazione più naturale e di come effettuare una corretta transizione.

Ti sei mai chiesto come mai molti formatori, personaggi famosi e sportivi seguono un’alimentazione a base di vegetali?  Per esempio Mel Gibson, Anthony Robbins, Red Ronnie, Manuela Di Centa, Margherita Hack, Franco Battiato, Moby, Jim Carrey, Carl Lewis, Scott Adams, Paul McCartney, Tobey Maguire, Joaquin Phoenix, Prince, Martina Navratilova, Edwin Moses, Scott Jurek, Matt Traverso, Umberto Veronesi… e molti altri.

Perché così tante persone oggi scelgono un’alimentazione vegetariana/vegana? Forse è solo una moda? O sono a conoscenza di informazioni non diffuse nei comuni canali formativi? Oppure semplicemente in TV, alla radio, sul giornale, nella sala d’aspetto del tuo medico curante, ecc..?

Oggi molti vip ed esponenti politici, per motivi di salute, chiedono consulenza ai centri di Igienismo, molto diffusi soprattutto in America. L’igienismo è un filone che esclude qualsiasi alimento di origine animale e propone un’alimentazione basata principalmente su vegetali crudi, brevi digiuni se necessari, esposizione ai raggi solari e il non utilizzo di qualsiasi farmaco o integratore sintetico. Insomma, propone un vero e proprio ritorno alla natura.

All’interno dei centri di igienismo si preparano percorsi personalizzati per ogni patologia, dall’osteoporosi al diabete, dall’ipercolesterolemia al tumore. Adesso vediamo brevemente le regole da seguire per garantire al tuo corpo un’elevata vitalità, purificazione e prevenzione dalle malattie oggi più diffuse.

1.     Riduci il più possibile gli alimenti di origine animale

Gli alimenti di origine animale apportano tossine al tuo corpo, alterano il ph sanguigno e causano la leucocitosi.

In particolare, l’accumulo di tossine nel corpo viene indicato come tossiemia. La causa è dovuta alla nostra anatomia che, purtroppo per l’uomo civilizzato e moderno, non è fatta per digerire senza effetti collaterali carne, pesce, uova, latte, derivati del latte e prodotti manipolati industrialmente.

L’introduzione di alimenti animali apporta per esempio l’accumulo di acido urico, velenoso e prevalentemente contenuto nella carne, che il nostro corpo non può neutralizzare a causa della mancanza dell’enzima uricasi, presente invece nel corpo dei carnivori, come il leone e la tigre.

Di conseguenza il sistema immunitario è costretto a fare gli straordinari con la successiva moltiplicazione dei leucociti (globuli bianchi) nel sangue. Questo effetto è noto come leucocitosi: il tuo sistema immunitario aumenta il numero di globuli bianchi nel sangue e questo significa che vive costantemente una situazione di allerta, riconoscendo una gran quantità di sostanze tossiche (adrenalina, acido urico, cadaverina) non fisiologiche per un organismo in salute.

Se vengono consumati alimenti vegetali, la leucocitosi non si crea: nel corpo non vengono introdotte tossine perché il tuo organismo assimila benissimo le sostanze di origine vegetali e le riconosce come “amiche”.  Questo processo è stato dimostrato per la prima volta dal ricercatore russo Kauchakoff  nel 1930.

Inoltre gli alimenti animali alterano il ph del tuo sangue rendendolo più acido: questo effetto è noto come acidosi. E sai cosa fa il tuo corpo quando il sangue è acido? Preleva calcio dalle tue ossa e dai tuoi denti e lo riversa nel sangue, perché il calcio è utile a riportare il sangue a un ph normale.

Quindi il corpo usa il calcio per tamponare l’acidosi! Ecco spiegata la diffusione massiccia di carie e osteoporosi con l’industrializzazione e l’aumento di prodotti animali e industriali contenenti zucchero bianco.

2.     Evita il latte e i latticini

Il latte e i suoi derivati sono particolarmente dannosi per l’essere umano, perché sono fonte di muco, proteine animali, antibiotici e ormoni. Per cominciare, il latte apporta proteine animali che concorrono all’acidificazione di cui ho scritto sopra, e, peggio ancora, attraverso il formaggio l’uomo introduce nell’organismo anche enormi quantità di sale e di caseina, una vera e propria colla che si attacca all’intestino.

Figuriamoci che ci sono aziende che utilizzano ancora oggi la caseina per attaccare le etichette alle bottiglie di vetro! Io ne ho visitata una in provincia di Torino e ti assicuro che le etichette erano ben attaccate alle confezioni…e questa colla finisce nell’intestino.

Il muco derivato dai latticini crea ostruzioni nel tuo corpo, riducendone la vitalità e la capacità di far fronte naturalmente e autonomamente a virus e batteri. Le persone che consumano prevalentemente vegetali crudi riducono questa difficoltà al minimo, infatti presentano raramente il raffreddore o accumuli di catarro.

Gli antibiotici e gli ormoni, che vengono somministrati alle mucche negli allevamenti intensivi, permangono all’interno dei latticini anche dopo la lavorazione e finiscono poi inevitabilmente nel tuo organismo, provocando disfunzioni nel normale metabolismo e anche anomalie nel processo di sviluppo.

Non sono rari i casi di pubertà precoce nelle ragazzine e ingrossamenti del seno in età precoce non fisiologici. Adesso ti è più chiaro, probabilmente, come mai chi ha scoperto la verità sugli alimenti è molto  attento a ciò che mangia.

3.     Prediligi alimenti vegetali

Potrà sembrarti un’alimentazione troppo ristretta, ma è l’unica che è adeguata al tuo corpo e che non causa, con il tempo, effetti indesiderati. Gli alimenti vegetali crudi sono ricchi di acqua, sali minerali e vitamine (non distrutti dalla cottura), contengono enzimi che ne consentono l’autodigestione nello stomaco, ottimizzando così le risorse energetiche del tuo corpo.

Favoriscono la detossificazione, cioè l’eliminazione delle tossine accumulate negli anni dal consumo di cibi contenenti additivi di sintesi, grassi idrogenati (tossici per il tuo fegato e per il sangue), farmaci, e dall’esposizione a fonti di inquinamento. Ricorda che i farmaci e le tossine possono restare nel tuo corpo per diversi anni.

I vegetali, oltre ad apportare tutto ciò di cui ha bisogno il tuo corpo, forniscono anche acqua distillata dalle piante (la migliore presente in natura), l’energia solare che hanno assorbito durante la crescita e la loro vitalità. Si digeriscono facilmente e aumentano la tua energia.

4.     Consuma poco sale e poco caffè

Il sale non è indispensabile al nostro corpo come si crede, o meglio, non quello da cucina che abitualmente utilizziamo per “insaporire” le pietanze. Infatti tutti i sali minerali, come calcio, potassio, ecc., sono contenuti nella frutta fresca, nella frutta secca e nelle verdure crude.

Il sale da cucina è caustico per i tessuti, richiama acqua (quando mangiamo alimenti molto salati abbiamo sete per ore) e restringe i capillari.

Per quanto riguarda il caffè non esagerare, contiene acido urico e il suo abuso può concorrere a diverse patologie come ipertensione, insufficienza renale e tachicardia. Inoltre contiene la caffeina che genera dipendenza.

5.     Elimina lo zucchero bianco

Lo zucchero raffinato e sbiancato chimicamente è un vero è proprio veleno: acidifica il sangue favorendo osteoporosi e carie, stordisce i globuli bianchi rendendoli meno efficienti nei confronti dei batteri e non apporta nessun elemento nutritivo utile.

Sostituiscilo con malto, stevia rebaudiana o succo d’acero. Evita il più possibile tutto ciò che è industriale e che contiene quantità enormi di zucchero, additivi sintetici e grassi idrogenati. E soprattutto ricordati che ciò che vedi in tv non viene quasi mai pubblicizzato per la tua salute.

6.     Usa la forza del sole

Quando le giornate lo permettono, fai una passeggiata per assorbire i raggi solari: ricaricheranno il tuo corpo, favoriranno la produzione di vitamina D a beneficio delle ossa e, se esporrai anche tuo figlio, ne beneficerà enormemente il suo processo di crescita.

Inoltre la luce del sole migliora il tuo stato emotivo, le prestazioni sportive, regola il ph sanguigno, migliora le condizioni generali di salute, in particolare in casi di affezioni agli occhi, artrite, colesterolo e reumatismi.

7.     Fai attività fisica

Ho lasciato per ultima l’attività fisica, non perché sia la regola meno importante, ma perché, a livello di vitalità e di salute, serve a poco andare a correre se poi introduci in continuazione alimenti che apportano tossine e creano ostruzione e acidosi.

Una buona, quotidiana attività fisica, in particolar modo aerobica, ti permette di aumentare efficacemente l’attività metabolica, permettendo una più efficace assimilazione dei nutrienti e eliminazione degli scarti, migliora la respirazione ottimizzando l’ossigenazione cellulare a livello di tutti i tuoi organi.

Consente di perdere massa grassa a favore della massa magra, tonifica i tuoi muscoli, migliora l’efficienza del sistema cardiocircolatorio. Inoltre, una attività fisica che ti appassiona, rende migliore l’umore, aumenta il tuo stato di presenza e ti porta a essere più in contatto con il tuo corpo e con te stesso.

 

Indicazioni generali per la transizione

A. Se il tuo punto di partenza è un’alimentazione che prevede un po’ di tutto, l’ideale è avviare una graduale fase di transizione. Inizia con il diminuire le proteine animali e aumentare il consumo di verdure, prima cotte, e, dopo qualche settimana, aumenta le verdure crude a pranzo e a cena.

B. Separa i carboidrati dalle proteine (animali e vegetali) per rendere più agevole la digestione.

C. Con il tempo impara a sostituire quello che abitualmente introduci a colazione, o in generale di mattina, con alimenti leggeri fino ad arrivare a consumare solo frutta fresca, frutta secca o succhi di frutta freschi (non industriali con zucchero bianco) in questa prima parte della giornata. Utili per la transizione iniziale possono essere gallette di riso, latte di riso o mandorla, biscotti e dolci vegan.

D. L’ideale è arrivare a seguire il più possibile questa sequenza: a pranzo e cena consuma prima le verdure crude, dopo le verdure cotte, poi i cereali o i legumi.

La frutta è meglio mangiarla prima dei pasti o dopo la digestione, in quanto causa fermentazione, a eccezione della mela, dell’ananas e della papaya, frutti che possono essere consumati durante o dopo i pasti.

 

Conclusioni

Il passaggio a un’alimentazione più naturale sarà tanto più agevole quanto più la transizione verrà eseguita lentamente. Questo perché l’aumento dei vegetali aumenta l’eliminazione di tossine presenti nei tessuti, che possono comportare, a volte, nelle prime settimane, sintomi come mal di testa, stanchezza, espulsione di muco attraverso le vie aeree, ecc…

Questo sarà il segnale che le tossine si staccano dai tessuti e vengono eliminate dal tuo corpo. Se avverti questi sintomi, riposati e non andare avanti nella transizione fino a quanto ti sentirai di nuovo in forma.

L’obiettivo è quello di procedere gradualmente per consentire l’espulsione delle tossine e riscoprire l’energia immensa di cui dispone un corpo alimentato correttamente e secondo natura.

 

 

Antonio Panarese Antonio Panarese
Formatore, Naturopata Pediatrico, Scrittore.
Fondatore della società di formazione Anp Training.
www.anptraining.net

Luciano Cassese
Luciano Cassese CEO Fosforo24 Fondatore ed editore di Professioneformatore.it Trainer, Speaker, Self Marketing Coach, Imprenditore On Line Appassionato Marketing, Sviluppo Personale, Meditazione http://www.lucianocassese.it
You may also like
11 modi per mantenere la calma sotto stress
11 Modi per mantenere la Calma sotto Stress
giorno del ringraziamento
Giorno del Ringraziamento
10 Comments
  • matteo Ago 20,2012 at 22:13

    articolo interessante!
    Non voglio fare il solito critico, però… ci sono dei riferimenti scientifici/attendibili che confermano quanto esposto?
    Purtroppo spesso si leggono pareri completamente contrastanti, e sono piuttosto confuso. Vorrei quindi capire a fondo l’argomento, avere dei riscontri reali e testabili.

    Grazie! La mia non vuole essere un critica, tutt’altro. Vorrei “rassicurazioni” 🙂

  • antonio Feb 23,2012 at 10:25

    Il nostro corpo ha 3 cicli importantissimi di 8 otto ore:
    • Appropriazione e digestione: dalle 12,00 alle 20,00.
    • Assorbimento dei nutrienti: dalle 20,00 alle 04,00.
    • Eliminazione degli scarti del cibo: dalle 04,00 alle 12,00.

    Da questo processo naturale possiamo dedurre che la fase migliore per mangiare è dalle 12 alle 20,00, la sera (dopo le 20,00) e di notte non si dovrebbe mangiare nulla, nella fase di eliminazione si dovrebbe mangiare solo frutta o comunque alimenti leggeri perchè gli alimenti pesanti come i prodotti animali bloccano la fase di aliminazione delle tossine che invece che essere espulse restano nei tessuti. Per tossine si intende di tutto, dalle tossine dei farmaci di sintesi a quellee introdotte dall’aria ai conservanti di sintesi dei cibi.
    Ovviamente questa è la situazione ideale, più seguiamo i questi cicli più il corpo potrà funzionare meglio.

    Più mangiamo cibi contro natura di mattina è meno vitalità e forza avremo. Ovviamente non voglio convencere nessuno di questo. Invito a provare. La vitalità, la lucidità mentale e la forza aumenteranno già dopo 1-2 settimane.

  • Laxman Luca Palmieri Feb 21,2012 at 19:43

    L’essere umano , come tutto ciò che i 5 sensi possono percepire, è , principalmente , un aggregato di energia. Ecco perchè la scelta della alimentazione ne può alterare la struttura originaria, ed allontanarlo dalle sue origini. Non si tiene mai abbastanza contoche ciò che percepiamo come ” materia ” è la risultante di esperienze, così il cibo che indifferentemente mangiamo porta con se tutte le eperienze trascorse. Bene da questo assunto si considerino le ” esperienze ” di un pezzo di carne , pesce , formaggio del latte munto senza rispetto dell’animale, gli ortaggi coltivati in terreni sfruttati carichi di impazienza , in serre. Che cosa porteranno nei nostri organismi, quale sarà la loro energia che li caratterizza. Le strutture si formano intorno ad un reticolo energetico che ha una precisa frequenza che se alterata da luogo a tentativi di adattamento che esulano dall’origine, come uno strumento scordato in una orchestra modifica l’armonia della partitura originale.
    Quindi la conoscenza di se porta ad una scelta verso il cibo compatibile che è , a mio avviso, VEGANO , senza solanacee di origine biologica o meglio biodinamica. Fondamentale, quindi , assumere alimenti che perpetrino la vita e ne favoriscano la completa e libera espressione.

  • orlando gobbi Feb 21,2012 at 15:18

    Assolutamente d’accordo. Condivido quanto riportato dall’articolo,; io stesso quando riesco ad alimentarmi in questo modo mi sento un altro, soprattutto acquisto in lucidità mentale, mi sento più reattivo. E poi i sette punti riportati, se non sbaglio, sono derivati dalla teoria di Shelton.
    Buona alimentazione e Buon digiuno a tutti.

    • antonio Feb 21,2012 at 20:23

      Ciao Orlando, in effetti Shelton forse è il personaggi che mi ha influenzato più di tutti negli ultimi anni di ricerche. Ma prima di lui ci sono altri come Graham. La lucidità mentale è un vantaggio che percepisce la maggioranza delle persone che cambia/migliora alimentazione.

  • Anna Feb 17,2012 at 22:20

    Leggendo mi viene in mente la dieta senza muco?? specie per la colazione….

    • Luciano Cassese Feb 21,2012 at 12:23

      Cos’è la dieta senza muco?

      • antonio Feb 21,2012 at 20:38

        Si Anna, la dieta senza muco di Arnold Ehret descrive dettagliatamente ciò che è salutare o meno per l’uomo. Il testo sarebbe da introdurre in tutte le università di medicina, e non solo, del mondo. Per chi non conosce Shelton, Ehret & C. sono medici che hanno approfondito a lungo la vera alimentazione per l’uomo in base a studi sull’anatomia comparata, le reazioni del sistema immunitario al cibo, ecc.. dimostrando che l’uomo è adatto solo al consumo di vegetali crudi, a digiuni periodici e che i farmaci non hanno senso di esistere e sono solo dannosi se solo l’uomo ritornasse a mangiare secondo natura. Si chiama senza muco perchè sarebbero da escludere anche i farinacei che apportano muco nel corpo. Proprio il muco che il corpo cerca di espellere con il raffreddore. Chi segue assiduamente un’alimentazione crudista anche d’inverno non ha più episodi di raffreddori per esempio. Più muco si introduce nel corpo è meno vitalità avremo. Nel post non ho accennato a questo aspetto per non sembrare troppo estremista! 🙂

        Per quanto riguarda la colazione bisognerebbe mangiare (idealmente) sono frutta o digiunare fino alle 12 in quanto la mattina il nostro corpo elimina le tossine, e se introduciamo alimenti più pesanti come quelli animali il processo viene bloccato. Questo idealmente. Più ci avviciniamo a questa condizione è più favoriremo i processi del corpo.

        • Sefano Rofena Feb 22,2012 at 23:09

          Grazie del bell’articolo! Vorrei sapere qualcosa in più sull’indicazione di “digiunare fino alle ore 12” in contrapposizione a indicazioni tradizionali che dicono di mangiare “bene” (molto) la mattina per poi diminuire l’entità dei pasti andando verso la sera.
          Grazie ancora!

          • antonio Feb 23,2012 at 10:30

            Il nostro corpo ha 3 cicli importantissimi di 8 otto ore:
            • Appropriazione e digestione: dalle 12,00 alle 20,00.
            • Assorbimento dei nutrienti: dalle 20,00 alle 04,00.
            • Eliminazione degli scarti del cibo: dalle 04,00 alle 12,00.

            Da questo processo naturale possiamo dedurre che la fase migliore per mangiare è dalle 12 alle 20,00, la sera (dopo le 20,00) e di notte non si dovrebbe mangiare nulla, nella fase di eliminazione si dovrebbe mangiare solo frutta o comunque alimenti leggeri perchè gli alimenti pesanti come i prodotti animali bloccano la fase di aliminazione delle tossine che invece che essere espulse restano nei tessuti. Per tossine si intende di tutto, dalle tossine dei farmaci di sintesi a quellee introdotte dall’aria ai conservanti di sintesi dei cibi.
            Ovviamente questa è la situazione ideale, più seguiamo i questi cicli più il corpo potrà funzionare meglio.

            Più mangiamo cibi contro natura di mattina è meno vitalità e forza avremo. Ovviamente non voglio convencere nessuno di questo. Invito a provare. La vitalità, la lucidità mentale e la forza aumenteranno già dopo 1-2 settimane.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Download Scarica le nostre Guide Gratuite per la tua Crescita Personale, economica e Finanziaria