Life Style

7 passi per darsi buoni obiettivi per il 2016 e perseguirli

7 passi per darsi buoni obiettivi per il 2016 e perseguirli
1

Hai compilato la lista dei tuoi “buoni propositi” per il 2016 ? Quali sono le tue vere aspirazioni per il nuovo anno?

Più che di propositi io preferisco parlare di “Buoni Obiettivi“. Ho sempre qualche problema quando si parla di lista dei buoni propositi per il nuovo anno e in questo articolo ho anche spiegato il perché e su cosa dovresti focalizzare davvero l’attenzione se vuoi ottenere più successo nel corso del 2016.

Una lista di propositi per il futuro è qualcosa di utile e sicuramente ci aiuta a definire con maggiore chiarezza quello che cerchiamo nella vita, ma mi chiedo (e ti chiedo) dà mai dei risultati effettivi? I buoni propositi di inizio anno non danno, alla fine, sempre l’idea di essere un’eterna lista di sogni irrealizzabili che si ripropongono uguali anche per l’anno successivo?

Quando decidi cosa vuoi fare per il futuro, quando definisci i tuoi obiettivi, devi capire cosa puoi realisticamente aspettarti da te stesso, quali sono le tue reali risorse e infine scendere a patti con il tuo animo per restare fedele alle tue intenzioni e focalizzato sui tuoi obiettivi. Qui comincia il cammino verso il successo. Ma come si può fare ?

Esiste una formula vincente che ci permette di perseguire davvero i nostri obiettivi ed è quella di crederci sinceramente con tutto se stessi.

Quello che devi veramente fare è assicurarti che quella lista realmente la TUA personale lista di ciò che vuoi e non la copia sbiadita dei sogni di qualcun altro, non cedere alla tentazione di credere che ciò che rende felice un’altra persona debba per forza essere l’ideale per te.

Vivere la vita nel modo che ritieni giusto per te, richiede coraggio nel seguire la propria strada e nell’affermare la propria verità. Non basta solo ribellarsi a quelli che si crede siano i dettami della società. Hai bisogno di tracciare un percorso e  di credere in te stesso per seguirlo, credere che tu possa farcela, a realizzare i tuoi progetti, ad andare incontro al tuo potere e accettare di essere la persona che sei.

Questo gennaio, ritagliati un po di tempo per te: tempo per pensare, riflettere e pianificare quali sono le tue vere aspirazioni per l’anno nuovo. Per un istante, dimenticati degli altri e concentrati sul tuo Io interiore per riscoprire le vere passioni della tua vita. Solo allora potrai trovare il coraggio di viverle e troverai le motivazioni giuste per trasformare i tuoi sogni in realtà.

Ecco a te una lista di 7 passi per darsi buoni obiettivi in questo 2016

1. Schiarisci le idee

Entra in contatto con te stesso e dedica del tempo a fare quello che ami fare a riscoprire la tua missione. Quando dico “dedica del tempo a quello che ami fare” non intendo riferirmi a cose tipo la pace nel mondo ma a cose ben più semplici.

Identifica con certezza le cose che riescono a stamparti un sorriso sulla faccia, tutto quello che rasserena le tue giornate. Riscopri le tue passioni! Cosa ti va di fare, davvero? Entra in intimità coi tuoi pensieri e sentimenti.

2. Prendi nota dei tuoi obiettivi e i tuoi pensieri

Prendi un quaderno e annota le tue riflessioni. Tutte le persone di successo avevano una caratteristica in comune : “Pensavano per iscritto“!

Non preoccuparti troppo di essere ordinato mentre annoti i tuoi pensieri. Prendi un quaderno e metti su carta ciò che ti passa per la testa. Idee sogni emozioni piacevoli. Poi se ti andrà di farlo potrai sempre mettere ordine più avanti quei pensieri. L’importante è che tu non li lasci scappare. Molti saranno cose inutili ma molti saranno intuizioni geniali che ti aiuteranno a trovare la strada.

3. Usa la fantasia per i tuoi obiettivi. Pensa in grande

Gli unici limiti che hai nella vita sono quelli che ti poni da solo. La nostra mente ha un potenziale davvero enorme ed è stata progettata dalla natura per risolvere problemi di qualunque natura anche i più complessi.  I tuoi limiti hanno origine solo da un pensiero negativo e i pensieri a cui permetti di insediarsi nella tua coscienza, possono plasmare la tua vita tanto quanto glielo concedi tu.

4. Scendi a patti con te stesso

L’errore che tutti compiono quando si tratta di obiettivi è quello di avvilirsi focalizzando la propria attenzione sul risultato finale e percependo questo risultato troppo lontano.

Grandi ambizioni e alti scopi alle volte possono essere demotivanti, tanto da poterti spingere a metterli da parte per paura di fallire. Una volta stabiliti i tuoi principali obiettivi, suddividili in piccoli passi, spezzettali in obiettivi più piccoli da poter raggiungere più facilmente, un passo alla volta.

Poniamo per esempio che tu sia in sovrappeso e vuoi dimagrire in modo sano e duraturo 20 kg. Se ti focalizzi sui 20 kg da perdere ben presto ti avvilirai e sarai fortemente tentato ad abbandonare i tuoi progetti. Se invece ti focalizzi sul fatto di essere ogni giorno un po più leggero del giorno precedente la dieta ti sembrerà una passeggiata.

Se ti focalizzi sull’essere ogni giorno migliore del giorno precedente nel limite delle tue possibilità, troverai motivazione e perseguirai il tuo intento. La tua attenzione deve essere posta sul fatto che ogni giorno ti avvicini sempre di più al tuo obiettivo anche a piccolissimi passi ma ogni giorno di più.

Decidi, qui e subito, che puoi avere il meglio dalla vita, che puoi raggiungere il tuo massimo potenziale ed essere una persona migliore di quel che ora credi. Scendi a patto con te stesso per fare tutto ciò che occorre per vivere il tuo sogno, e vivilo con coraggio e a pieni colori.

5. Quali doni hai avuto?

Vuoi sapere cosa potrebbe davvero renderti felice ? Chiediti allora in cosa sei bravo, in cosa eccelli? Dove invece hai difficoltà e avresti bisogno di migliorare? Le cose in cui sei naturalmente portato, sono i tuoi doni, le tue risorse personali, le cose in cui hai difficoltà sono quelle che ti faranno imparare nuove lezioni dalla vita. E’ un percorso!

I tuoi doni, le tue risorse sono tutto quello che giù hai a disposizione per raggiungere i tuoi obiettivi. Una volta che le hai identificati puoi fare leva proprio su quelli.

Ritornando all’esempio di prima, poniamo il caso che tu sia in sovrappeso e voglia dimagrire 20 kg ma fai fatica a seguire una dieta e sei anche pigro e non ti piace andare in palestra, chiedi ti a questo punto : “in cosa sono bravo? cosa riesco a fare senza sforzo” potresti scoprire che sei appassionato di fotografia e di cucina e potresti cominciare a sfruttare questi talenti per dimagrire. Come? La passione per la fotografia potrebbe essere trasformata in una attività all’aria aperta. Potresti fare una passeggiata di 60 minuti al giorno per fare delle fotografie al parco o nella tua città da pubblicare su un blog o su un sito di condivisione di immagini come Flickr.com. In questo modo ti diverti segui una tua passione, fai movimento all’aria aperta, e bruci calorie. La passione per la cucina potresti utilizzarla poi per diventare un esperto di cucina integrale e dietetica.

6. Chiedi aiuto

Questa è una cosa che in tanti con un certo timore mi chiedono : “posso parlare dei miei obiettivi“. Sembra che sia molto diffusa la credenza in base alla quale se si raccontano i propri desideri e i propri obiettivi questi poi non si realizzino. C’ una sorta di vergogna nel condividere i propri obiettivi. Questo perché le persone pensano che potrebbero fallire e che farebbero una brutta figura. Siamo tutti schiavi del giudizio degli altri in qualche misura. Ma il giudizio degli altri è solo un’illusione! Esiste solo nella nostra testa.

Io preferisco usare proprio questa paura inconscia del giudizio degli altri come una forma di auto-motivazione. Condividendo i miei obiettivi con le persone che amo e con i miei collaboratori divento responsabile di quello che voglio. Divento responsabile del mio destino. Non li condivido con tutti certo ma con chi mi è vicino si! Da queste persone mi arrivano sempre ottimi suggerimenti e aiuti concreti per la loro realizzazione.

Ognuno di noi agli occhi degli altri è grande almeno quanto sono grandi i suoi obiettivi e i suoi sogni. Siamo grandi quanto sono grandi e ambizioni i nostri sogni. E condividerli con chi amiamo ci fa assumere RESPONSABILITA’ nei nostri confronti e nei confronti dell’universo!

Sii responsabile verso i tuoi progetti. Parlane solo con chi gode della tua massima fiducia altrimenti, meglio far affidamento solo su te stesso. In ogni caso, spesso collaborare con gli altri e creare un gruppo di compagni di lavoro aiuta a rimanere sulla strada giusta.

7. Premiati

Di tanto in tanto, ogni volta che raggiungi un piccolo risultato, ogni volta che aggiungi un mattoncino alla costruzione del tuo successo anche piccolo piccolo, concediti una piccola celebrazione di te stesso. Fatti le congratulazioni ! E’ importante  riconoscere che ti stai muovendo nella direzione giusta, a ritmi sempre crescenti, per sentirti orgoglioso dei tuoi risultati e mantenerti focalizzato sul tuo obiettivo .

Questa è la tua vita e, ricorda, sebbene tutti quanti noi abbiamo delle responsabilità nei confronti degli altri, la prima responsabilità che hai è verso di te stesso. Per quanto tutto il mondo vuole dimostrarti il contrario l’unica grande verità è che nasciamo soli, viviamo soli in compagnia di altri e moriamo soli. Quando ti girerai indietro a guardare dove sei arrivato prima di andartene da questa vita potrai chiedere il conto solo a te stesso.

Se sarai stato una persona felice e realizzata e che ha fatto di tutto per vivere la sua vita con un senso di missione o se avrai vissuto la vita di qualcun altro nella mediocrità del “buon senso comune”.

Sei nato per essere grande e questo è l’anno in cui andrai incontro al tuo potere personale e diventerai la persona che sei nato per essere.

 

gplus-profile-picture
Luciano Cassese
Luciano Cassese CEO Fosforo24 Fondatore ed editore di Professioneformatore.it Trainer, Speaker, Self Marketing Coach, Imprenditore On Line Appassionato Marketing, Sviluppo Personale, Meditazione
You may also like
Meditazione a lavoro
Meditazione a lavoro: Riduci lo stress e incrementa la produttività
Appunti di un amico di anthony robbins
Appunti da un Amico di Anthony Robbins

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage