Life Style

Buon Umore: 6 Modi per ritrovarlo anche in inverno

0

Buon umore in inverno

 

Quello che segue è un guest post di Cinzia Parmi, collega FORMATRICE, Insegnante e blogger esperta  fondatrice fondatrice del blog per mamme www.mammastyle.it .  In questo articolo Cinzia  ci parla di “ Buon Umore in inverno”. Buona lettura a tutti !

Chi più chi meno, durante l’inverno, ma soprattutto le donne si sentono più irrequieti e giù di tono. Questo umore “basso” è sicuramente legato alla mancanza di luce ossia alle giornate “corte”, con poco sole e grigie. Vediamo quali potrebbero essere i modi per affrontare al meglio i mesi freddi.

1 Non fermarti!

In inverno, con la scusa del freddo, spesso le attività sportive che in estate o primavera sono praticate quotidianamente all’esterno come una camminata di 30 minuti o una corsetta di 20 minuti, non vengono più praticate. La pigrizia, il freddo ci portano a preferire una vita più sedentaria ma questo sicuramente non favorisce il buonumore. Facendo attività fisica, infatti, il nostro corpo produce endorfine e cioè dei neurotrasmettitori associati allo stare bene e ad una sensazione di piacere. Se poi ci si allena fuori, il guadagno è doppio perché il nostro corpo ha la possibilità di ossigenarsi.

2 Riscaldati

Prima di uscire per praticare una marcia veloce o altre attività come il tennis, la corsa, lo sci di fondo, è una buona norma riscaldarsi per risvegliare gradualmente le nostre articolazioni e abituare il cuore ai ritmi più serrati senza fargli subire uno “choc” improvviso dalla quiete all’affaticamento. Bastano pochi minuti, 5 o 10. Puoi mettere un po’ di musica ritmata o un DVD e iniziare a ballare, muoverti, fare degli esercizi fisici. Tutto questo ti preparerà ad affrontare meglio l’allenamento fuori casa e mettere di buon umore tutta la famiglia che si divertirà non poco nel vederti danzare, saltare a suon di musica

3 Eci durante il giorno

Bisogna approfittare delle ore di luce e magari di sole durante la giornata e quindi cerca di uscire per delle commissioni o solo per muoverti un po’ durante le ore centrali. Basta vestirsi in maniera adeguata per far fronte al freddo, armarsi di un paio di cuffiette con della buona musica e il gioco è fatto. Se hai dei bimbi piccoli che vanno sul passeggino o ancora in carrozzina, portali con te. Anche loro dovrebbero stare fuori almeno una volta durante la giornata. Con l’MP3 marcia di buon passo. Ti aiuterà a ritrovare l’umore e la forma fisica ne gioverà sensibilmente.

4 Vestiti adeguatamente

Non farti fermare dal freddo! Cosa dovrebbero dire gli abitanti della Svezia o della Lapponia? Dovrebbero non uscire mai. Invece loro lo fanno. Quindi puoi farlo anche tu! Mettiti delle scarpe comode e calde, copriti a strati, scegli vestiti colorati che possano dare colore alla giornata grigia che ti circonda in modo da sollevare il morale e poi esci!

5 illumina

Se il freddo non fa bene, il nero è ancor peggio! Se c’è una giornata di sole esci e cerca di goderne il più a lungo che puoi. Se purtroppo fuori piove o è già scuro, allora devi agire in casa. Accendi le luci (magari prima metti le lampadine a led e cioè a basso consumo energetico!), guarda fuori dalla finestra per vedere le auto che passano nella strada o le persone che camminano; accendi candeline colorate, tieni oltre il Natale le decorazioni luminose in casa e sui balconi. Non c’è cosa migliore come la luce per risollevare il morale!

6 uscire da casa

Come è facile d’estate trovare l’energia per uscire e andare al parco con i nostril figli o a fare una nuotata o trovarsi con delle amiche, così è difficile d’inverno superare quella pigrizia di fondo per uscire di casa. Ci si chiude dentro noi stesse e al nostro nido sicuro rischiando però di isolarci. Le scuse che riusciamo a trovare sono molteplici: la difficoltà di vestirsi, il freddo intenso, la paura di ammalarsi, le strade che sono ghiacciate, la nebbia che rende difficoltosa la guida… Tutto questo non è positivo per il nostro morale perché alla lunga ci fa deprimere ancora di più. Meglio darsi dei sani obbiettivi e decidere di uscire almeno un paio di volte a settimana per andare al cinema o a trovare un’amica oltre che per le consuete e scontate uscite quotidiane. Cerca di trovare del tempo per andare a mangiare una pizza e magari in un luogo dove c’è un’area attrezzata per i piccoli. Oppure andare a trovare un’amica che ha dei bimbi come te; in biblioteca dove c’è lo spazio lettura adatto anche ai più piccoli… Quando si è madri non è facile trovare il tempo e luoghi adatti ma con un po’ di fantasia qualcosa salta fuori. Se invece non hai ancora bambini, approfittane e vai al cinema, al ristorante, a teatro a prendere un caffè con le tue amiche.

i sintomi da tenere sotto controllo

  • Sentirsi stanche anche se durante la note abbiamo dormito bene; sentirsi in debito di sonno e desiderare di starsene a letto il più a lungo possibile;
  • una irritabilità immotivata o una tristezza che apparentemente non si spiega perché mancano situazioni oggettive che potrebbero averla provocata come una perdita, un lutto, una separazione;
  • difficoltà a rimanere concentrate;
  • mancanza di desiderio sessuale;
  • mangiare grandi quantità di dolci;
  • una fame eccessiva.

Chi si accorge di soffrire di questi sintomi dovrebbe prendere atto che c’è qualcosa che non va e di conseguenza iniziare a chiedersi cosa potrebbe fare per reagire e uscire da questa situazione. Se, nonostante gli sforzi fatti, non succede nulla di positivo e i sintomi permangono, allora è il caso di rivolgersi al proprio medico di fiducia e di parlarne assieme a lui anche perché potrebbe trattarsi di una leggera forma di depressione. Non sempre infatti, si può incolpare l’inverno se ci si sente giù di corda. Potrebbe anche esserci un inizio di depressione che se colta  alla svelta e curata in modo serio da persone qualificate, può rientrare senza gravi scompensi.

Informazioni sull’autrice

Cinzia ParmiCinzia Parmi, mamma, insegnante di lettere, fondatrice del blog per mamme www.mammastyle.it
autrice dell’ebook “Il Calmamamma” (www.casaeditricemammeonline.it/libri/il-calmamamma)

blogger su www.sanioggi.it

 

gplus-profile-picture
Luciano Cassese
Luciano Cassese CEO Fosforo24 Fondatore ed editore di Professioneformatore.it Trainer, Speaker, Self Marketing Coach, Imprenditore On Line Appassionato Marketing, Sviluppo Personale, Meditazione http://www.lucianocassese.it
You may also like
eft per i blocchi emozionali
Hai un blocco emozionale? Prova EFT
11 modi per mantenere la calma sotto stress
11 Modi per mantenere la Calma sotto Stress
1 Comment
  • Danilo Apr 30,2014 at 11:21

    Vero, aggiungerei anche:1- sorridi 2- usa una fisiologia potenziante, visto che corpo e mente sono allineati, se usi la fisiologia di un guerriero ( petto in fuori, sguardo verso l’orizzonte, spalle larghe ecc…) anche il tuo stato d’animo cambia 3- ciò su cui ti focalizzi: focalizzati sulle opportunità e sulle soluzioni, usa il tuo dialogo interno in modo potenziante(ciò che dici a te stesso); visto che il cervello trova sempre delle risposte a ciò che ti dici, vai davanti allo specchio e chiediti:” perchè sono di buon umore oggi?” “come posso rendere speciale questo giorno?” sarà la tua mente a trovare le risposte, limitati a farti le domande giuste e le risposte arriveranno 🙂

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Download Scarica le nostre Guide Gratuite per la tua Crescita Personale, economica e Finanziaria