Business Comunicazione Social Network

5 consigli utili per iniziare una campagna pubblicitaria di successo sui principali social network

0

Qualunque obiettivo tu voglia raggiungere e qualunque sia il tuo scopo, professionale o semplicemente amatoriale, questi brevi passaggi ti aiuteranno ad ottenere facilmente visibilità sui social, facendoti distinguere dal groviglio che imperversa sul web 2.0.

I social rappresentano delle vere e proprie community online e – se è vero che il loro utilizzo è libero per chiunque – non tutti riescono a farsi notare. Ecco cinque consigli utili che ti aiuteranno ad aumentare il tuo successo.


  1. Stabilisci il tuo target

È importante che tu conosca e riconosca come tuo il pubblico a cui ti riferisci.

Il target si può individuare grazie ad una suddivisione degli utenti in base a fattori come l’età, il sesso, gli interessi, i comportamenti, la professione, lo stato sociale. In questo modo conoscerai alla perfezione il destinatario dei tuoi contenuti con tutte le sue caratteristiche, imperfezioni e paure.

Una volta stabilito il tuo target sarà più semplice per te trovare gli argomenti più convincenti per stimolare il tuo pubblico virtuale o colpire nel segno se hai un’attività commerciale e vuoi vendere il tuo prodotto o servizio.

Vuoi scrivere ad esempio di moda? Il tuo target di riferimento consisterà in appassionati del fashion o professionisti che lavorano nel settore.

Se invece sei un’azienda e vuoi promuovere un nuovo prodotto, ti devi porre due semplici domande:

  • Chi è il potenziale destinatario del prodotto?
  • Come posso avvicinarmi a lui?

È importante che tu riesca a trovare delle affinità tra te e l’utente/consumatore.

 

  1. Individua i social media trend del momento, ma resta sempre te stesso

Moltissimi operatori autorevoli del web, come Forbes, si divertono a stilare classifiche su quelle che saranno le tendenze del futuro sui social. Nel 2015 si diceva che il nuovo trend consisteva nel puntare ancora di più su contenuti video e immagini. Il trend in effetti è stato seguito, tanto che il video ormai è diventato il modo più usato sui social per veicolare contenuti. Si pensi al real time, ed all’uso ormai sfrenato delle dirette su Facebook.

Fondamentale è infatti calibrare e misurare l’utilizzo dei trend per non correre il rischio di sembrare banali e poco creativi.

Del resto, è bene prendere queste classifiche come pillole preziose di saggezza ma al tempo stesso essere pionieri di nuovi trend. Chi arriva per primo sa farsi meglio ricordare ed imprimere il proprio marchio nell’immaginario collettivo.

 

  1. Differenzia i vari profili social

Non postare lo stesso contenuto in maniera identica su social network differenti!

Ad esempio, hai scelto Facebook come social principale dove pubblicare i tuoi contenuti social e poi hai deciso di connetterlo a Twitter in modo da condividere senza sforzo anche qui quei contenuti, direttamente da FB.

Il rischio di un’azione del genere è che, se è vero che alcuni utenti Twitter potrebbero apprezzare comunque i tuoi contenuti, non hai costruito alcuna relazione di affinità o di connessione con la community, in quanto gli utenti Twitter si sentiranno da te poco coinvolti.

Ed è per questo motivo che devi puntare invece su una strategia diversificata, in quanto ogni social è di per sé differente da un altro e, dunque, nonostante il messaggio comunicativo sia simile, necessita di un approccio diverso, dettagli compresi.

 

  1. Apri le orecchie. Le persone sono una risorsa fondamentale

Nel 2016 Snapchat ha superato i 100 milioni di utenti e secondo il sito ufficiale dell’azienda è diventato il modo migliore per raggiungere utenti che abbracciano un target d’età che va dai 13 ai 34 anni.

Ciò è avvenuto perché, se è vero che Snapchat funziona con il meccanismo di condividere foto o video che poi si “cancellano” (da molti prima infatti visto come il punto di debolezza), è vero anche che permette di raccontare tramite delle storie visibili per un periodo limitato, ad esempio i retroscena di un concerto, di un backstage di una sfilata esclusiva o semplicemente di far vivere ad altri la tua di storia.

Crea dunque una forte connessione emotiva tra gli utenti che, tramite la “storia” resa visibile da te si avvicinano a quei luoghi e a quelle emozioni più di quanto faccia ogni altro social. Questo semplice esempio, ci aiuta a comprendere come non bisogni sottovalutare il potenziale di ciascun social network e inoltre, come sia utile ascoltare le opinioni di tutti, anche quella dei più piccini.

 

  1. Individua gli influencer e collabora con loro

Si definiscono influencer quegli individui che nel proprio campo/settore di riferimento sono in grado di affermarsi agli occhi degli altri come esperti e che, pertanto, vengono seguiti da migliaia di persone. Per diventare un influencer è necessario questo, non essere un professionista. Il termine, infatti, suggerisce che si tratti di un utente molto influente in rete, cioè un utente molto seguito, condiviso, retwittato ed in grado da solo di dettare delle tendenze o generare convinzioni negli altri.

Che tipo di pubblicità che potresti ricevere se qualcuno di loro parlasse di te?

Basta riflettere sul fatto che un semplice commento positivo da parte di un Influencer sul tuo profilo Facebook può fare andare in tilt la tua bacheca.

Dunque, essi rappresentano un efficacissimo trampolino di lancio per chi vuole ottenere visibilità sul web per qualsiasi ragione e una potentissima arma di marketing per le aziende, in quanto equivalgono ad una fruttuosa miniera d’oro in termini economici.

You may also like
La risposta di Yougme Moon per essere differente dal gregge
Sviluppo Personale: la Chiave per il Successo
Sviluppo Personale: la Chiave per il Successo

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage