Carriera Comunicazione Life Style

Quanto hai a cuore la tua immagine on line?

0

Come usi internet e i social network ?

Quanto sei Attento nell’uso di internet e dei social network?  Quanto sei attento alla tua Immagine on line?

Sai che Facebook , twitter, i blog, i forum e tutti gli altri servizi del web 2.0 che, utilizzi quotidianamente, influiscono, in misura rilevante, sulle tue opportunità future di lavoro e di carriera?

Negli ultimi 15 anni abbiamo assistito ad una grande rivoluzione che ha cambiato la nostra vita. Oggi è tutto più veloce. Internet, il mercato del lavoro, la concorrenza cinese, la globalizzazione. Tutto è veloce e procede a ritmi incredibili e precedentemente impensabili ! I cambiamenti strutturali che hanno coinvolto il mercato del lavoro hanno accelerato ed accentuato il fenomeno della mobilità sociale.

Oggi chi raggiunge una qualsiasi posizione non è per nulla detto che la conservi a lungo, ed anzi, è molto probabile che nei prossimi anni sarà costretto a cambiare lavoro più e più volte.

Ti dico con estrema franchezza che oggi “Siamo tutti sul mercato”!

Lavoratori autonomi, collaboratori, dipendenti, manager. Tutti ci dobbiamo mettere i discussione. Ogni giorno. Nulla ci garantisce la stabilità nel lavoro e nel reddito e la crisi di questo ultimo anno ce lo ha dimostrato ulteriormente. Questo vale Anche chi occupa posti di comando! Secondo i dati pubblicati da Federmanager , infatti, nel 2009, 13.000 manager hanno perso il loro posto di lavoro. Questo impone ad ognuno di noi una cura ed un’attenzione particolare alla nostra immagine.

Internet, tra tutti gli strumenti di comunicazione da monitorare, è quello che fa la parte del leone!  Da più parti si parla di immagine on line ma solo in pochi sanno cos’è e come si cura.

Per spiegartelo ti faccio una domanda : “hai mai provato a digitare il tuo nome su Google o su yahoo? Che cosa viene fuori ? Il risultato della ricerca è la tua “immagine on line” !

Provaci ! non appena avrai finito di leggere questo articolo, digita il tuo nome su Google e scoprirai che il primo risultato è il tuo profilo su Facebook o quello presente su XING e LINKED IN (se sei iscritto) oppure eventualmente qualche intervento sul blog di Peppe Glillo. Qualunque cosa tu digiti su internet viene indicizzata dai motori di ricerca. E i primi risultati, i primi posti sui motori, li conquistano i siti ad alta intensità di contenuto testuale. Proprio come i blog, i forum e i social Network.

Orbene, tutte le informazioni che si ricavano da quei risultati della ricerca, sono la cosa, alla quale dobbiamo dedicare, quanto più tempo possibile, per curare la nostra immagine on line.

Se ti stai chiedendo a cosa serve occuparsi della tua immagine on line ti rispondo ponendoti a mia volta una domanda. Ti sei mai messo nei panni di un cliente o di un probabile datore di lavoro? Dove pensi che potrà prendere informazioni su di te e sul tuo prodotto o servizio? Su internet! Stai sicuro che tra i tanti strumenti che ha a disposizione per cercare informazioni su di te, il tuo potenziale datore di lavoro, le cercherà proprio su internet, perchè è uno strumento veloce, semplice, economico e soprattutto lui non dovrà scomodarsi a fare nulla! Deve solo digitare il tuo nome su Google! senza staccare nemmeno i gomiti dalla scrivania.  Posso assicurarti che hai solo il 10% di possibilità che il tuo potenziale cliente chiami ad uno dei numeri di telefono che hai indicato nel box “referenze” sul tuo bel curriculum in formato europeo.

Ed eccoci qui ! ecco perchè è importante utilizzare internet con attenzione!

 

Esperienze di uso a confronto

Quale è il modo migliore per utilizzare internet ?

Fino a qualche anno fa (2003 -2004) il nostro amico Mario Rossi (L’utente medio statistico) tornava a casa stanco di una giornata di lavoro e dopo ore e ore di riunioni con i superiori, clienti e fornitori, si rilassava. Ritrovandosi nel suo ambiente conosciuto, accendeva il pc e cominciava a giocare all’ulima versione di Empire erth. Si godeva così il suo meritato riposo immergendosi in un ambiente virtuale che lo strappava dalla noiosa routine quotidiana, dove interpretava la parte dell’eroe o dello stratega.

Ma nel 2006-7 sono sbarcati in Italia i social network ed è arrivato anche Facebook come fenomeno di massa.

Oggi Mario Rossi torna a casa stanco da lavoro accende il computer e cosa fa?… va su facebook !.

Gioca, condivide i risultati dell’ultimo quiz (“quale drink si adatta meglio con il tuo segno zodiacale”), commenta le foto degli amici e delle amiche e pubblica improbabili foto ritoccate con Photoshop dove si vede con una montagna di muscoli ed una maglietta strappata. Inoltra le catene di Sant’Antonio ricevute dagli amici per email e si iscrive ai gruppi di “come fare soldi con internet in 24 ore, metodo sicuro”, “Vogliamo Pasqualino Barasso su Facebook”.

Quando Mario Rossi dovrà cercarsi un nuovo lavoro scoprirà che non sa neppure da dove cominciare. Le ore perse su Facebook (circa 600 ore in un anno) gli anno reso : 2000 amici incompetenti , 300 gruppi inutili dove si discute del “nulla”, qualche improbabile amichetta virtuale e cosa più grave tanti stupidi commenti di testo che non sono spariti ma ….. sono stati indicizzati su Google! .

Si ritroverà solo a casa e disoccupato!

E il cliente che cerca informazioni su di lui? Il potenziale datore di lavoro? Digita il nome “Mario Rossi” e trova : stupide foto, inutili commenti, discussioni di fantapolitica!

Mario Bianchi (Altro nostro ipotetico utente), decide di fare un uso più assennato di Internet e cura la sua immagine on line. Mario Bianchi partecipa ad un Blog professionale e scrive articoli sul suo lavoro, ha un piccolo sito personale dove condivide materiali e presenta progetti, condivide su facebook articoli interessanti di riviste di settore precedentemente letti e commentati . Tornato a casa controlla il proprio profilo sui social network, aggiorna il curriculum online partecipa ad interessanti gruppi di discussione. Legge e risponde alle email, controlla e rimuove foto sue non professionali sul web, fa monitoraggio dei risultati del proprio nome su Google.

Mario Bianchi probabilmente non dovrà mai cercarsi un lavoro! Riceverà continuamente proposte di collaborazione.

Mario Bianchi se un giorno dovrà cercarsi un lavoro a causa della crisi, sarà favorito rispetto a rispetto a Mario Rossi grazie alla sua immagine professionale costruita nel tempo on line.

Quale è la differenza tra i due ? Entrambi passano tante ore su Facebook e su internet!

Ma, solo uno di loro ha chiaro in mente perchè lo fa e in quale direzione si sta muovendo! Internet e la rete sono diventati oggi uno strumento molto invasivo della nostra privacy e del nostro tempo libero. Dobbiamo imparare tutti ad usarlo bene e con consapevolezza. Internet è un grande strumento di comunicazione e promozione che può fornirsi un vero vantaggio competitivo.

 

Impariamo ad usarlo!

 

Il 12 Dicembre 2009 si terrà presso la sede dell’Associazione Formatori Professionisti il seminario formativo dal Titolo “Blog e Social network per il self Marketing”

Tieniti Informato !

http://www.professioneformatore.it/primo-piano/seminario-social-network-self-marketing-seminario-formativo/

 

 

Articolo di Luciano Cassese

 

 

Luciano Cassese
Luciano Cassese CEO Fosforo24 Fondatore ed editore di Professioneformatore.it Trainer, Speaker, Self Marketing Coach, Imprenditore On Line Appassionato Marketing, Sviluppo Personale, Meditazione http://www.lucianocassese.it
You may also like
Gestione del tempo: 6 consigli per scrivere e-mail efficaci!
Come ottenere il meglio da sé e dagli altri – Anthony Robbins
20 Comments
  • Francesco Cuccuini Mar 8,2010 at 19:56

    Iscritto a AFP!
    🙂

  • Giuseppe D'Alterio Feb 10,2010 at 17:56

    Ho partecipato al seminario sull'uso di internet e dei social network…
    Veramente interessante e illuminante!
    Subito dopo mi sono iscritto anche a Linkedin e a vari gruppi molto validi…compreso questo!
    Un uso attento e consapevole di internet e dei social networks servirà a rendere maggiormente utile anche il tempo speso a "bighellonare" in rete (specialmente quando siamo al lavoro…), a intessere relazioni valide, a costruire una reputazione "coerente" con la nostra professionalità.

  • francesca de nardi Feb 8,2010 at 00:06

    Salve, ho letto con attenzione e di questo parlo anche nelle mie consulenze immagine, come parametro comportamentale nella vita sociale professionale e virtuale in questo caso.
    fdnfashion concept studio

  • admin Gen 21,2010 at 10:55

    Ciao Stefano rispondo subito alla tua domanda 

    "….Non si può negare che esista un grandissimo potenziale della rete, già pronto solo da cogliere e utilizzare a proprio vantaggio… Ma come??????"

     

    Ne parliamo nel corso del seminario del 30 Gennaio 2010

    Ecco il link 

     

    http://www.professioneformatore.it/primo-piano/seminario-social-network-self-marketing-seminario-formativo/


  • Stefano Gen 21,2010 at 02:04

    Articolo molto interessante… riflessioni semplici ma particolarmente illuminanti. E' da un po' che mi domando il vero senso di utilizzare i social network. Non mi interessano i giochini, non mi interessa appartenere a gruppi strani, e soprattutto se ho qualche cosa da dire a qualcuno non mi interessa renderlo pubblico al mondo! Meglio una mail… quindi, che fare di facebook????  Non si può negare che esista un grandissimo potenziale della rete, già pronto solo da cogliere e utilizzare a proprio vantaggio… Ma come??????

  • fabio Gen 3,2010 at 12:27

    Sono veramente  colpito dal tuo articolo. Credo vada dato atto a quanto scrivi che riporta abbastanza fedelmente quello che è realta (almeno per alcuni di noi). Sono del parere comunque che non bisogna mai dimenticare che l'uomo si muove spinto da un bisogno primordiale di essere amato. Questo credo sia importante per comprendere bene i fatti attuali come quello dei social network. Di fatto tutto quello che ci mette in contatto (comunione) ci rende  presenti all'altro quindi con maggiori possibilità in primis di ottenere una certa considerazione. Seguendo queste linee guida credo sia possibile comprendere maggiormente web 2.0 e compagnia varia, e soprattutto si potrà sfruttare meglio ed in modo equilibrato quanto  di buono si pùo ottenere dall'incontro con gli altri…….

  • Sara Gallinari Dic 25,2009 at 23:21

    Ho fatto la prova su google.it: il primo risultato è Linkedin (attività professionali), il secondo Facebook (attività personali). Mi auguro che eventuali headhunter vadano sul primo, il secondo lo uso per mantenere i contatti con l'Italia…al massimo vedranno le mie foto mentre ballo la salsa 😀
    Ad ogni modo, in quanto recruiter a mia volta, non andrei a spulciare troppo su Facebook: ognuno avrà pure il diritto di dare libero sfogo al proprio "io bambino", no ?
    Grazie per l'articolo, mi è utile come spunto di riflessione: io sto cercando di capire se è opportuno che la mia azienda (parlo delle Risorse Umane) sia presente sui social network e, se si, quali e in che modo. Ho messo insieme qualche contatto (per ora in Francia) e vediamo cosa salta fuori.
    Grazie!

  • elena 2 Dic 13,2009 at 19:28

    condivisibile, ma c'è sempre il libero arbitrio anche di "essere sciocco"….cmq buoni consigli
    io faccio il medico, difficile che il mercato si delocalizzi 😉

  • Caterina Dic 12,2009 at 12:31

    Sono proprio d´accordo. L´ avvento dei blogs, chatrooms e affini ci ha preso alla sprovvista, si è approfittato della debole indole degli umani, sempre alla ricerca di nuove amicizie intorno al mondo, puoi fingere di essere un altro su internet, puoi viaggiare senza lasciare la tua scrivania, essere in molti luoghi allo stesso tempo, informarti ed essere informato. Il boom iniziale è stata una sorpresa per tutti, nessuno ci ha spiegato le regole del gioco, ci siamo buttati nell´esperienza a capofitto, senza prenderci la briga di leggere il manuale, senza pensare alle consequenze.
    Abbiamo il dovere di rettificare la situazione per le generazioni future, non lasciamo che i nostri inconsapevoli amici o parenti o colleghi commettano il nostro stesso errore. Partecipiamo nel ´movimento consapevole e responsabile uso internet´ !!! (ETHICAL INTERNET MOVEMENT)
    L´ho appena inventato, chissá se diventerá famoso?  magari posso indicizzarlo !!!! (o magari esiste giá!) hahahaha!

  • Antonio Dic 10,2009 at 12:58

    Interessante, davvero. Ho dovuto fare un lavoraccio di indicizzazione per ripulire eppure se uno cerca bene continuano ad apparire cose stupide sul mio conto!
    Del resto, penso che sia proprio il riflesso del tempo impiegato oggi: la maggior parte in cose cretine, il resto in cose stupide.

  • Vanni Bruscaglioni Dic 7,2009 at 12:54

    Molto interessante. Giuste le osservazioni dell'articolo : una conoscenza approfondita di come si usano i social network è molto utile e dipende anche l'uso che ne vuoi fare.  Puoi essere attivo su Internet ma non abbastanza efficace se non sai come operare. Sicuramente mi terrò informato soprattutto sul Seminario Formativo.
    Buona giornata
    Vanni

  • Gianluca Marcellino Dic 6,2009 at 21:55

    Semplice ed efficace.
    Credo esistano utili e soddisfacenti vie di mezzo tra il comportamento di chi dissemina inconsapevole la rete delle proprie sciocchezze e quello di chi allinea tutti i propri interventi in rete a una immagine predefinita che vuole trasmettere.
    In alcuni momenti mi offro come prodotto su un mercato. Negli altri, lascio in rete quel che desidero, lieto che chi venga a cercarlo conosca qualcosa di me.
    Il mio primo datore di lavoro aveva scovato il portinaio in pensione di quando ero bambino… meglio oggi.

  • elena Dic 5,2009 at 08:33

    Ho trovato l'articolo molto interessante e up to date..
    Ne farò di cero uno mio di minisito almeno in 2 lingue utilizzando anche video e possibilmente tutte le nuove tecnologie interattive..
    Si è tutto così veloce oggi.
    Buona giornata
    Elena 

  • elena Dic 5,2009 at 08:29

    Condivido appieno e credo che ne farò presto uno mio di sito in almeno 2 lingue per cominciare.
    Grazie per queste utili ed interessanti novità, se poi ci uniamo dei video streaming diventa anche piu' moderno..
    Buona giornata
    Elena 

  • tiziana Dic 5,2009 at 08:22

    Davvero interessante, ma secondo me dipende dal lavoro. Sono uno storico dell'arte contemporaneo ed uso i social network per comunicare eventi e manifestazioni, ma anche per la parte ludica. Penso che il giocare, il divertirsi faccia parte dell'essere umano e nel caso del mio lavoro è una parte importante per avere idee creative. P.s ha appena termito un corso di alta formazione alla Normale di Pisa, il futuro datore di lavoro non mi sceglie perchè gioco su facebook?

  • alessandro Dic 4,2009 at 17:52

    niente di più allarmante e utile! chi scrive è un anti-facebook che si è avvicinato molto recentemente ai social-network solo per lavoro…la mia fortuna è stata la mia natura, poco incline a condividere la mia vita privata col pubblico della rete pur essendone un grande fruitore da tanti anni. che dire? mi è andata bene! ottimo articolo

  • Francesco Dic 4,2009 at 12:54

    Si, è tutto vero.
    Ottimo pezzo. Resta poco chiaro come però come qualcuno riesca a replicare le informazioni che rendo/i disponibili su professional social network e crei in altri social network, a mia/tua insaputa, una replica di tali informazioni. Credo che si possa discutere anche sugli obiettivi che ha chi si mette a caccia di informazioni da replicare…
    Non si può essere amici di tutti per evitare che queso accada, ma avere il privilegio di conoscere chi fa tali azioni sarebbe già importante per proteggersi.

  • Giovanni Raffaeli Dic 1,2009 at 18:42

    Eccellente articolo. Ha dispiegato in modo estremamente convincente intuizioni che avevo su Facebook ma che non erano ben focalizzate. Per quanto riguarda Linkedin davo queste indicazioni come ammesse, posto che si tratta di un Network professionale. Grazie.

  • gianpiero Dic 1,2009 at 13:56

    molto interessante anche se non fa per me in quanto sono pensionato, grazie comunque

  • Francesco Cuccuini Nov 24,2009 at 09:59

    …notevole.
    🙂

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Download Scarica le nostre Guide Gratuite per la tua Crescita Personale, economica e Finanziaria