Life Style Salute

10 modi per migliorare i casi di bassa autostima

0

Autostima; 10 modi per migliorare

Ti sei mai soffermato a capire qual è il tuo attuale livello di autostima? Come ti condiziona la vita ciò? Che cos’è esattamente l’autostima?

Caratteristiche tipiche

L’autostima è quel processo di natura soggettiva ed anche mutevole, che quindi cambia con il tempo ed in base alle situazioni della vita.

Essa è dunque un processo dinamico mediante il quale ogni persona, in ogni momento della sua vita si auto giudica. Ogni persona considera il proprio valore personale mediante le sue stesse auto percezioni, impressioni che ha di se stessa, che esamina in maniera attenta e soprattutto giudicante. L’autostima, la valutazione e l’apprezzamento che si ha di se stessi, va da un estremo completamente negativo in cui la persona si reputa incapace di poter fare qualsiasi cosa ad un altro completamente positivo, nel quale ella crede di poter fare senza alcun problema qualunque genere di cosa.

Differenti livelli di autostima

Coloro che hanno un’autostima eccessiva si mostrano agli altri come persone molto orgogliose, particolarmente testarde e piuttosto sicure di sé, a conseguenza di questi atteggiamenti, c’è l’incapacità di vedere e riconoscere i propri errori e quindi modalità di comportamento alternative.In questi casi si parla di autostima ipertrofica, un livello di autostima difficile da mettere in discussione.

Diversamente da coloro che hanno un eccesso di stima di sé, chi ha una bassa autostima sperimenta scarsa fiducia in se stesso ed anche per la verità nel resto del mondo, difficoltà ad individuare degli obiettivi realistici da raggiungere e che siano coerenti con i propri valori e con le proprie aspirazioni, manifesta uno stile di comportamento passivo. Quando frustrazioni ed insoddisfazioni si accumulano per il mancato raggiungimento degli obiettivi che ci si era prefissati, è possibile che accada che la persona che ne soffre reagisca all’ambiente in maniera aggressiva, manifestando degli scatti d’ira.

Il centro australiano “Clinical Interventions” descrive coloro che hanno una bassa autostima come persone dalle “credenze negative radicate relative a se stessi e al tipo di persona che sono. Tali credenze vengono spesso ritenute delle verità concrete imprescindibili dalla loro identità“.

Quando l’autostima manca od è scarsa il rapporto con gli altri ne viene compromesso, le relazioni sociali risultano tutte demotivanti. In questi casi è importante migliorare il proprio livello di autostima.

William James definisce l’autostima come quel rapporto tra il sé che la persona percepisce ed il sé che il soggetto vorrebbe avere; il primo riguarda la considerazione che un individuo ha di sé in base alle caratteristiche che dal suo punto di vista sono presenti o assenti all’interno della sua vita. Il sé ideale costituisce l’idea di come la persona vorrebbe essere rispetto a quel preciso modello di vita che reputa valido ed appagante. In pratica, secondo lo studioso la persona percepisce un livello di bassa autostima nel momento in cui il suo sé percepito non riesce ad arrivare al livello del suo sé ideale, e quanto più grande risulta la discordanza tra i due maggiore allora sarà la percezione del disagio. Molti fattori condizionano la creazione del personale livello di autostima, soprattutto rispetto alle circostanze che ciascuno sta vivendo.  James, dunque, individua il senso di autostima di ciascun individuo come derivante dal rapporto fra le aspettative ed i successi conseguiti o meno.

Livello di soddisfazione personale

L’autostima include tratti come quanto ed in che modo una persona riesce ad essere contenta di se stessa, se è in grado di riporre fiducia nelle proprie capacità, se è consapevole del proprio valore, se riesce a darsi importanza come persona, se mostra rispetto per se stessa. E tu quanto sei soddisfatto di te stesso?

Autostima e Il legame con i propri valori

Senti che nei momenti di vita pratica stai rispettando le tue attitudini? Andreas definisce l’autostima come quella capacità di agire in maniera tale da essere conformi ai propri valori e quindi a rispettarli. Può però accadere che la persona non abbia chiari i propri valori e si ritrovi così a vivere spesso sentimenti di delusione e stati di frustrazione. Le persone quando non sono consapevoli dei propri reali valori, che non riescono quindi a vivere, provano un senso di vuoto, che poi colmano con comportamenti disfunzionali per il proprio benessere. Vivere seguendo i propri valori significa agire coerentemente con quello che per ognuno è il senso della vita, ciò è importante per sentire una maggiore soddisfazione in ciò che si fa e di conseguenza questo permette di percepire una maggiore sicurezza e tranquillità.

È un fenomeno socialmente singolare che le persone tendano in maniera spontanea a trascorrere più tempo con chi mostra di condividere i propri valori.

Cosa capita alle persone che hanno scarsa consapevolezza di quelli che sono i propri valori, manifestando scarsa autostima? La persona è molto irascibile, vive in uno stato di perenne insicurezza, che la porta a porsi molti limiti mentali. La persona finisce per vivere molto al di sotto di quelle che sono le sue possibilità reali, sottovaluta le sue potenzialità. Inoltre non è soddisfatta di sé e nella speranza di piacere almeno agli altri, tenta di cambiare se stessa, magari cerca anche di assomigliare a qualcheduno in particolare. In questi casi il giudizio di valore su di sé è incessante e molto frustrante e non conduce a nulla di buono., la persona trascorre il suo tempo a condannarsi per qualunque cosa.

Infine ecco i 10 modi per migliorare situazioni di scarsa autostima:

  • Ricorda la costruzione dell’autostima è un procedimento lento, non puoi dunque costruirla in un attimo
  • Non inseguire una perfezione ideale
  • Riconosci quando uno standard da te prefissato è davvero irraggiungibile
  • Fai un elenco dei tuoi lati positivi
  • Pensa alle tue abilità che gli altri apprezzano di te
  • Dai spazio al tuo modo di essere che è unico, valorizzalo
  • Cosa è davvero importante per te, sposta la tua attenzione solo su quello
  • Rivolgi a te stesso delle parole di incoraggiamento, come se le stessi rivolgendo ad un tuo caro amico
  • Considera anche quello che fai di buono
  • Accetta i complimenti senza remore, se qualcuno te li fa

 

 

Vuoi dire la tua ? Lascia un commento e arricchisci così i contenuti di questa Pagina/articolo! 

Risorse per  la tua crescita personale

Vuoi approfondire il tema? Vuoi diventare un vero esperto nel raggiungere i tuoi obiettivi ?

Puoi cominciare a sviluppare questa competenza ora gratuitamente scaricando la Raccolta gratuita “THE BEST OF; Le Migliori tecniche di Sviluppo personale raccolte in oltre 5 anni di pubblicazioni” oltre 300 pagine di strategie di miglioramento personale all’indirizzo :

facebook-profile-picture
Veronica Sarno
Psicologa clinica e di comunità, appassionata di benessere, sviluppo e crescita personale. Esperta di gestione gruppi e disturbi post traumatici. Articolista di ProfessioneFormatore.it . Profilo LinekdIn
You may also like
Stress: reazioni e strategie di coping
Creatività: 4 modi per sviluppare il tuo estro

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage

Download Scarica le nostre Guide Gratuite per la tua Crescita Personale, economica e Finanziaria